Buon lavoro ai due nuovi assessori di Roma

avantinsieme.jpg

di Beppe Grillo

Auguro un buon lavoro ai due nuovi assessori della giunta di Roma Andrea Mazzillo e Massimo Colomban nominati da Virginia Raggi che ha la fiducia mia e di tutto il Movimento 5 Stelle. Sono sicuro che entrambi faranno un ottimo lavoro per realizzare il programma del MoVimento 5 Stelle votato dalla stragrande maggioranza dei romani. Andiamo avanti per portare al successo le nostre idee.

Leggi e commenta il post su http://www.beppegrillo.it

Advertisements

Dopo il salvabanchieri arriva il #PrelievoForzoso

preforzo.jpg

di MoVimento 5 Stelle Parlamento

Ecco un’altra amara sorpresa per i correntisti di alcune tra le maggiori banche italiane. Il decreto ‘salva-banchieri’ di novembre non lo stanno pagando soltanto i risparmiatori dei quattro istituti risoluti, ma anche i clienti degli intermediari che sono andati in soccorso del governo, scattando sull’attenti all’ordine di Bankitalia. Gli aumenti dei balzelli sui conti di Unicredit, Ubi o Banco popolare rappresentano un taglieggio inaccettabile e vergognoso: un prelievo forzoso sfacciato!

Gli istituti di credito sono sempre bravi a camuffare nuovi costi e a mettere le mani nelle tasche dei loro correntisti. Il M5S, assieme a meritorie associazioni dei consumatori come Adusbef, deve tenere gli occhi aperti e sorvegliare nell’interesse dei risparmiatori. Avevamo già previsto con grande anticipo che le banche avrebbero rincarato le tariffe di gestione dei conti. Sapevamo che sarebbe potuto accadere di fronte all’insostenibilità dell’operazione “salva-banchieri” che sta generando un buco di almeno un miliardo di euro nel neonato fondo di risoluzione di Bankitalia.

Ora vedremo cosa accadrà con Mps. Già si prepara un’altra fregatura. Di sicuro, con il decreto di novembre, siamo di fronte all’ennesimo caso in cui una scelta del governo in favore dei banchieri, tra cui il papà del ministro Boschi, finisce per colpire, immancabilmente, i comuni cittadini.

Leggi e commenta il post su http://www.beppegrillo.it

Post terremoto: la palestra dei bambini finanziata coi soldi del MoVimento

http://ift.tt/2dK4YQL

di Luigi Di Maio

Vi invito questo fine settimana a Mirandola (provincia di Modena) dove verrà inaugurata la nuova palestra comunale costruita dopo il terremoto del 2012. Per me e per tutti noi del MoVimento 5 Stelle è un’occasione speciale, perché è stata finanziata dalle donazioni che i cittadini ci avevano fatto per la campagna elettorale del 2013. Sono avanzati circa 400.000 euro e li abbiamo usati per dare agli alunni delle scuole elementari di Mirandola una nuova palestra. Credo che sia la prima volta in Italia che avanzano soldi da una campagna elettorale e sono certo che è la prima volta che una forza politica li usa per fare l’unica cosa che dovrebbe fare: migliorare la vita delle persone. Abbiamo dimostrato che la politica la porta avanti chi ci crede. Ci vediamo sabato 1 ottobre a partire dalle 11 a Mirandola. Vi aspetto!

Leggi e commenta il post su http://www.beppegrillo.it

La Grecia vende tutto per 99 anni. Questo è l’Euro

tsimerl_.jpg

di MoVimento 5 Stelle Europa

Il controllo di capitali imposto da Mario Draghi nel corso del “periodo Grexit” sono stati la dimostrazione plastica di come la moneta unica sia un sistema per controllare le democrazie. Quello che sta succedendo in Grecia in queste ore è la prosecuzione di quel folle mantra secondo cui un Governo democraticamente eletto deve sottostare a dei diktat pur di vedersi finanziato in un momento di difficoltà.

Solo l’altro ieri Mario Draghi rilanciava gli investimenti pubblici come strumento per rivitalizzare l’economia reale, salvo poi smentirsi da solo invocando l’austerità. Privatizzazioni in cambio di 2,8 miliardi di Euro di aiuti internazionali. Perché il sangue della Grecia ripaga ampiamente le volontà di presunti creditori e strozzini tecnocratici.

Il voto (152 favorevoli e 141 contrari) si è svolto tra manifestazioni di piazza contrarie al trasferimento del controllo dei servizi pubblici a un nuovo fondo creato dai creditori internazionali, la famigerata Troika. Il nuovo provvedimento pone le aziende dell’elettricità, del gas e dell’acqua pubblica sotto il controllo del fondo per 99 anni. Il Fondo sarà guidato da un presidente scelto dai creditori, mentre il ministro delle Finanze greco manterrà il controllo generale. Il Fondo prenderà anche il controllo della metropolitana di Atene, una azienda che produce veicoli militari e un fondo pubblico di gestione immobiliare.

Questo sistema che lega 19 Paesi europei al cappio dell’Euro impedisce al valore del popolo di esprimersi liberamente. Ogni scelta viene condizionata dalla paura, dai mercati, dalla BCE, dalle lune di Mario Draghi e chi più ne ha, più ne metta. I Paesi leader di questa folle Eurozona dettano le regole che poi infrangono (vedi la Germania col suo abnorme surplus che sta prosciugando le economie del Sud). E per fortuna che la Grecia, come diceva quel grande statista di Mario Monti, è il più grande successo dell’Euro.

L’unica istituzione legittimata pienamente dalla volontà popolare
, il Parlamento europeo, è stata privata di reali poteri decisionali. Il Consiglio dell’UE – che potrebbe davvero cambiare la direzione di questa Europa – è inginocchiato ai piedi del cancelliere tedesco. La Merkel è stata capace, nel corso degli anni, di piazzare fedeli scudieri nei posti che contano, proprio mentre i Governi italiani vedevano Bruxelles come un passatempo settimanale.

Il Movimento 5 Stelle vuole andare al Governo per sedersi ai tavoli del Consiglio e parlare in nome del popolo italiano. Non in nome di lobbisti, banchieri e tecnocrati (come sta facendo il Governo Renzi). Non possiamo essere rappresentati in un momento così importante per il nostro futuro – e per il futuro dell’Europa – da chi è stato nominato da Napolitano e da un Parlamento illegittimo, figlio di una legge elettorale incostituzionale.

Leggi e commenta il post su http://www.beppegrillo.it

L’ipocrisia del Pd su Piero Calamandrei #IoDicoNo

di MoVimento 5 Stelle Toscana

Ieri abbiamo fatto un flash mob. Due giorni fa il PD ha intitolato una sala del Consiglio Regionale a Piero Calamandrei. Siamo onorati di veder intitolata una sala del Consiglio Regionale della Toscana a questo padre costituente. Ma rileviamo l’ipocrisia del Partito Democratico sul tempismo della scelta: proprio ora che loro difendono una riforma costituzionale voluta dal governo e passata a colpi di maggioranza con voti di fiducia, canguri e supercanguri. Esattamente tutto il contrario di quanto diceva Calamandrei!

Allora abbiamo portato in Consiglio e poi in piazza i cartelli con tre frasi molto chiare del padre costituente “nel campo del potere costituente il governo non può avere alcuna iniziativa”, “nella preparazione della Costituzione, il governo non deve avere alcuna ingerenza” e “quando l’assemblea discuterà pubblicamente la nuova Costituzione, i banchi del governo dovranno essere vuoti”.

Li porteremo con noi anche oggi, 30 settembre, in Piazza Strozzi a Firenze ore 21 per l’agorà #IODICONO al referendum costituzionale. Saranno con noi portavoce parlamentari, europarlamentari e comunali.

Interverranno in Piazza Strozzi: Roberto Fico, Alfonso Bonafede, Manlio Di Stefano, Sara Paglini, Laura Bottici, Fabio Massimo Castaldo, Laura Agea.

Leggi e commenta il post su http://www.beppegrillo.it

Rousseau e lo Scudo della Rete a #Italia5stelle

http://ift.tt/2d0yBJw

Nel corso dell’ultima edizione di Italia 5 stelle, a Palermo, all’interno del Villaggio Rousseau sono state presentate le varie funzioni del Sistema Operativo del M5S. Come sapete, alcune sono già attive e altre verranno rilasciate breve. Accedete a Rousseau per partecipare attivamente alla vita politica del MoVimento!

di Alfonso Bonafede

Grazie allo Scudo della Rete ogni amministratore o eletto del MoVimento 5 Stelle potrà contare sull’assistenza legale, sul proprio territorio, degli avvocati che hanno aderito all’iniziativa.

Accade a volte che abbiamo bisogno di “attaccare”, per così dire. Facciamo un esempio: stanno realizzando un inceneritore nella nostra città e quindi avrai bisogno di rivolgerti a un avvocato per fare, per esempio, un ricorso al TAR e vuoi sapere quanti soldi spenderai e a quale avvocato ti puoi affidare. Oppure vuoi fare un esposto alla Procura, perché, per esempio, sai che all’interno di un ospedale, di una Asl, di un Comune, stanno rubando. Non ne puoi essere sicuro, ma vuoi comunque agire, senza però rischiare di essere denunciato per calunnia e allora hai bisogno di un avvocato che ti aiuti. Lo Scudo della Rete servirà proprio a questo.

Sono tantissimi i nostri attivisti, nei meet up, nei gruppi locali, gli iscritti al MoVimento 5 Stelle che ci chiedono: “Ci indicate un avvocato, che abbiamo bisogno di fare un esposto? Abbiamo saputo che c’è qual tal politico che sta rubando, ma abbiamo paura di fare l’esposto, perché non siamo sicuri di quello che diciamo”. O ancora: pensate ai casi di Mafia Capitale, pensate all’importanza per i consiglieri comunali di costituirsi parte civile. Stiamo parlando di processi grossi e c’è bisogno di aiuto legale. In tutti questi casi lo Scudo della Rete agisce per tutelare e proteggere i nostri iscritti e i nostri portavoce.

Come funziona concretamente? E’ molto semplice, partiamo dall’esempio base, quello della querela: un nostro consigliere ha espresso liberamente il proprio pensiero, lo ha fatto durante il Consiglio e viene comunque querelato. A quel punto ha bisogno di essere difeso: va sulla piattaforma Rousseau, accede allo scudo della rete e visualizza qual è l’avvocato (o gli avvocati) a disposizione per quel territorio. Si potrà quindi recare dall’avvocato, il quale è obbligato a seguire determinate condizioni, presenti in un documento firmato in precedenza, e a prestare consulenza professionale in forma gratuita. Una volta messo a conoscenza dei suoi diritti e delle varie possibilità a sua disposizione, l’iscritto (in questo caso il consigliere) potrà andare avanti con la causa, la querela, l’esposto ecc. Gli avvocati dello Scudo della Rete non potranno seguire gratuitamente tutto l’iter processuale, ma quanto meno saranno un fondamentale aiuto in fase iniziale.

Leggi e commenta il post su http://www.beppegrillo.it

Torino NoSlot grazie al MoVimento 5 Stelle

chiapslot.jpg

di Chiara Appendino

Dal 10 ottobre entrerà in vigore un’ordinanza che prevede il restringimento dell’attività delle sale slot: non potranno più essere aperte tutta la notte, ma solo tra le 10 e le 24. Invece le cosiddette “macchinette” in bar, tabaccherie e altri locali potranno essere in funzione solo in orario 14-18 e 20-24, escludendo dunque la fascia del mattino.

Questa ordinanza rientra nel più ampio progetto di lotta alla ludopatia, verso cui vi prometto un pugno di ferro. Io non posso più vedere né sentire storie di persone che rovinano loro stesse e le loro famiglie per colpa di un vizio che è diventato a tutti gli effetti una piaga sociale.

È sufficiente? No, non lo è. La strada è ancora lunga e deve passare da tanti altri fronti come l’educazione, il welfare e il sostegno sociale. Tuttavia tra le azioni che si possono attuare nell’immediato ho ritenuto che questa ordinanza fosse un passo importante per dare un segnale forte da parte dell’Amministrazione nell’affrontare il problema.
Le azioni continueranno e vi terrò aggiornati.

Leggi e commenta il post su http://www.beppegrillo.it